antonella cilento

Antonella Cilento

Cilento AntonellaÈ nata a Napoli nel 1970. Il suo ultimo libro è Morfisa o L'acqua che dorme (Mondadori 2018). Con Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori 2014) è stata finalista del Premio Strega 2014, e Premio Boccaccio 2014 (tradotto in Spagna, Francia, Germania, Corea, Lituania, Finlandia). Nel 2019 è in uscita Non leggerai (Giunti), romanzo che inaugura la collana Young Adult “Arya”.

Ha pubblicato inoltre Il cielo capovolto (Avagliano, 2000), Una lunga notte (Guanda, 2002, Premio Fiesole 2002, Premio Viadana, finalista Premio Vigevano, Premio Greppi, selezionato al Festival du Premier Roman di Chambéry), Non è il Paradiso (Sironi, 2003), Neronapoletano (Guanda, 2004), L’amore, quello vero (Guanda, 2005), Napoli sul mare luccica (Laterza, 2006), Nessun sogno finisce (Giannino Stoppani, romanzo per ragazzi, 2007, Premio Giulitto 2008), Isole senza mare (2009, Guanda), Asino chi legge (Guanda, 2010), La paura della lince (Rogiosi, 2012), Bestiario Napoletano (Laterza) e La madonna dei mandarini (NN Editore).

I suoi romanzi sono tradotti in Germania da BTB Bertelsmann. Suoi racconti sono tradotti in Journal intime et politique, Italia, HB Editions (France), in After the War, a cura di Martha King, Italica Press (USA) e in Giro d’Italia, Hedendaagse italiaanse schrijvers over hun land, Libreria Bonardi (Olanda). Alcuni suoi libri e racconti sono tradotti anche in Russia, Olanda, Romania e Stati Uniti.

Collabora con La Repubblica - Napoli e con Grazia. Ha collaborato per quindici anni con Il Mattino, e per alcuni periodi con Il Corriere della Sera e il Corriere del Mezzogiorno, L'Indice dei libri del mese, Panorama Travels, Napoli oggi, Il Sole24Ore e numerose altre testate.

Ha realizzato per RAI RadioTre Voci dal silenzio (Cento Lire, a cura di Lorenzo Pavolini, RAI Radio Tre, 15-19 gennaio 2001) e Scisciano Paradise (Storyville, 22-26 dicembre 2008). E’ stata segnalata dal Premio Calvino 1997 per il romanzo inedito Ora d'aria e ha vinto il Premio Tondelli con la sua tesi di laurea.

Ha scritto numerosi testi per il teatro (fra gli altri: L’angelo della casa, Napoli Teatro Festival e Teatro Mercadante; Itagliani!, con Margherita Di Rauso; Cafone!, in tournée con Gea Martire). Altri lavori teatrali sono Isole senza mare: omaggio ad A.M. Ortese ed Elsa Morante, regia di Cristiana Liguori, con Cristiana Liguori e Giorgia Palombi, Bambini nel tempo da I. Mc Ewan; Per Teatro Cargo con la regia di Laura Sicignano Il funamboloOmaggio a J. Genet, prodotto da teatro Cargo, da un'idea di Iole Cilento, e Frankenstesin Barausz. Per il teatro-ragazzi Ho visto Don Chisciotte, regia e ideazione di Giancarlo Cosentino, prodotto dal Teatro Diana. 

Per il cinema ha realizzato: “Il martirio di Sant’Orsola” di Mario Martone e Sandro Dionisio, produzione PAV e Banca Intesa (2005). “Solo agli occhi” (omaggio ad Anna Maria Ortese) di Sandro Dionisio, produzione Digigraph, Dionisio e Aldebaran Park, “Il canto di Partenope” di Sandro Dionisio, produzione Eskimo.

Ha ideato e conduce dal 1993 il Laboratorio di Scrittura Creativa Lalineascritta: a Napoli, in Italia e, con i corsi in webconference, in tutto il mondo. Le attività si svolgono presso associazioni, librerie, scuole di ogni ordine e grado, formando insegnanti e studenti in tutt’Italia.
Attraverso il sito lalineascritta.it assieme suo staff conduce programmi di formazione, stage, workshop e laboratori in presenza e in webconference, fornendo anche consulenze editoriali.
Ha diretto dal 2005 al 2008 la Scuola Le Scimmie presso l’UPAD di Bolzano.

Nel 2019 coordina e insegna nel primo Master di scrittura e editoria del Sud Italia, SEMA, nato dalla partnership fra Università Suor Orsola Benincasa e Lalineascritta Laboratori di Scrittura (Associazione Culturale Aldebaran Park).

Ha ideato e realizzato, dal 2009 ad oggi, la rassegna di letteratura internazionale STRANE COPPIE / letteratura, arte e cinema sostenuta da Banco BPM e, a seconda delle stagioni, da numerosi istituti di cultura (Accademia d’Ungheria, Institut Français, Goethe Institut, Instituto Cervantes, Fondazione Banco Napoli).

Ha coordinato la rassegna di letteratura e opera lirica L’ORA FATALE per Teatro di San Carlo - MeMus e fondato il progetto SudCreativo, coordinamento delle scuole di scrittura del Sud Italia,  realizzato convegni su Pier Vittorio Tondelli e Anna Maria Ortese e rassegne di autori contemporanei.

Ha coordinato il progetto SudCreativo, ha realizzato convegni su Pier Vittorio Tondelli e la scrittura creativa nel Sud Italia, rassegne di autori contemporanei fra cui “Per chi suona la Campan(i)a?” e “Parolemerse”, due annualità ad Avellino in collaborazione con Emilia B. Cirillo.

 

© 2014-2019 Antonella Cilento - Tutti i diritti riservati